Storiella Zen: Diventa un Lago

zen-tramonto
Un anziano maestro, stanco delle lamentele del suo apprendista, una mattina lo mandò a prendere del sale…

Quando l’apprendista ritornò, il maestro gli disse di mischiare una manciata di sale in un bicchiere d’acqua e poi di berlo. “Che gusto ha?” chiese il maestro.
“Salata”, disse l’apprendista.

Il maestro ridacchiò e poi chiese al giovane uomo di prendere la stessa manciata di sale e metterla nel lago.
I due camminarono in silenzio, fino alle rive del lago vicino e quando l’apprendista gettò il sale nell’acqua, l’anziano maestro disse:
“Ora, bevi dal lago”.

Mentre l’acqua gocciolava dal mento del giovane, il maestro chiese: “Che sapore ha?”
“Fresca!” esclamò l’apprendista.
“Senti il sale?” chiese il maestro.
“No” rispose il giovane uomo.

A questo punto il maestro si sedette accanto a questo giovane dal volto serio, e dolcemente spiegò:

“Il dolore della vita è puro sale; niente di più, niente di meno.
La quantità di dolore nella vita, rimane esattamente la stessa.

Nonostante ciò, la sapidità che sentiamo dipende dal contenitore in cui mettiamo il nostro dolore. Quindi quando sei nel dolore, l’unica cosa che puoi fare è allargare il tuo senso delle cose.
Smettila di essere un bicchiere. Diventa un lago”.

Ti piacciono le Storie Zen? Clicca qui per altre storie. 

Leave a Comment